Il Modello Unico persone fisiche è il tradizionale modello per la dichiarazione dei redditi che ha sostituito il Mod. 740.
Deve essere utilizzato da tutti coloro che non utilizzano o non possono utilizzare il Modello 730 e dagli eredi che debbano effettuare la dichiarazione per conto del defunto.

Descrizione del servizio

  • Compilazione del Mod. UNICO da parte del CAAF attraverso propri operatori qualificati;
  • Compilazione della delega di pagamento ( Mod. F24);
  • Invio telematico all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione compilata e consegna all’utente della ricevuta di presentazione;
  • Archiviazione delle dichiarazioni.

Vantaggi

  • Tariffe contenute, con riduzione del 50% e oltre per gli iscritti alla CGIL, per gli utenti che chiedono la compilazione del Mod. UNICO PERSONE FISICHE;
  • Calcolo immediato delle imposte;
  • A richiesta del contribuente, rateizzazione delle imposte dovute;
  • Copertura assicurativa per eventuali errori di compilazione e/o di calcolo;
  • Servizio su appuntamento;
  • Diffusione capillare sul territorio della Toscana (oltre 100 sedi e 500 sportelli);
  • Competenza e cortesia del personale;
  • Assoluto rispetto della Legge 675/96 (privacy).

Scadenze

A partire dal 1 Marzo di ciascun anno possono essere prenotati gli appuntamenti per il Mod. UNICO Persone Fisiche telefonando alle sedi territoriali oppure al numero verde 800.730.800.

Entro il 30 Settembre di ogni anno il CAAF trasmette le dichiarazioni all'Agenzia delle Entrate.

Documenti

SONO SEMPRE NECESSARI:

  • Precedente dichiarazione dei redditi;
  • Tessera sanitaria del dichiarante, del coniuge e dei familiari a carico in copia originale rilasciato dall'amministrazione;
  • Tessera iscrizione alla CGIL (per ottenere lo sconto sulle tariffe applicate agli utenti che richiedono la compilazione della dichiarazione).

 

PER DICHIARARE I REDDITI SONO NECESSARI:

  • Certificazioni dei redditi da lavoro dipendente, pensione o assimilati (Mod. CUD), pensioni estere, gettoni di presenze, indennità di disoccupazione e di mobilità, CIG, borse di studio, certificazioni di collaborazione coordinata e continuativa;
  • Certificazioni di eventuali redditi derivanti da lavoro autonomi;
  • Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate;
  • Redditi soggetti a tassazione separata e ad imposta sostitutiva;
  • Plusvalenze assoggettate ad imposta sostitutiva;
  • Investimenti all'estero e trasferimenti da e per l'estero;
  • Visure catastali o atti notarili per redditi da terreni o fabbricati;
  • Importo IMU dovuta per l'anno precedente;
  • Documenti attestanti altri redditi (ad esempio certificazione relativa agli utili e certificazione relativa ai redditi da capitale, etc.);
  • Ricevute di eventuali acconti IRPEF (ad esempio modelli F24);
  • Ricevute delle somme percepite a titolo di assegno mantenimento del coniuge;
  • Copie delle ricevute di incasso degli affitti degli immobili e eventuale F24 che attesti l'opzione per la Cedolare secca;
  • Copia del contratto di locazione (da parte del locatore).

PER OTTENERE LA DETRAIBILITA' O DEDUCIBILITA' DI ONERI O SPESE SONO NECESSARI:

  • Spese mediche: fatture o tickets per spese specialistiche e generiche; scontrini di farmacia; fatture per protesi odontoiatriche e sanitari compresi gli occhiali e lenti a contatto; tickets per medicinali, degenze ospedaliere, assistenza specifica del contribuente o dei suoi familiari a carico. Sugli scontrini dal 01/07/07 deve essere riportato il CF. Controlla che sia indicata natura, qualità e quantità dei prodotti acquistati. Per occhiali da vista, lenti oftalmiche e lenti a contatto è necessaria una certificazione che attesti la marcatura CE.
  • Mutui per acquisto, ristrutturazione e costruzione per la casa adibita o da adibire ad abitazione principale: quietanze relative agli interessi passivi, contratto di acquisto dell'immobile e contratto di mutuo, fattura del notaio, fatture dei lavori eseguiti (se il mutuo è per costruzione o ristrutturazione), certificazione relativa alle spese accessorie connesse all'acquisto (ex. spese di mediazione).
  • Spese di ristrutturazione del 36%, 41% o 50%: fatture, bonifici, raccomandata e copia della comunicazione di inizio lavori, (autocertificazione dell'Amministratore per le spese eseguite per parti condominiali).               ¡ Dal 14/05/2011 non è più necessario l'invio preventivo della comunicazione di inizio lavori ma sono sempre necessari i dati catastali dell'immobile oggetto di ristrutturazione. !
  • Spese di riqualificazione energetica: fatture, bonifici, asseverazione tecnico abilitato, certificazione energetica, copia scheda informativa, ricevuta invio all’ENEA, (autocertificazione dell'Amministratore per le spese eseguite per parti condominiali).
  • Spese di acquisto veicoli adattati per i disabilifatture di acquisto e/o manutenzione e certificazione attestante la disabilità.
  • Spese di istruzione per la frequenza di scuole superiori e/o di università compresi i corsi di specializzazione universitaria: ricevute o quietanze di pagamento e, se sostenute presso istituti privati, documento che attesti l'importo delle tasse e contributi previsti per analoghi corsi di studio presso istituti pubblici.
  • Spese funebri sostenute per familiari di cui all'art. 433 C.C. : fatture e ricevute fiscali relative alle spese per il funerale.
  • Assegno periodico corrisposto al coniuge: sentenza di separazione o divorzio, copia dei bonifici o delle ricevute rilasciate dal soggetto che ha percepito le somme (codice fiscale dell'ex coniuge obbligatorio).
  • Spese per le pratiche di adozione internazionale.
  • Contributi versati per la previdenza complementare.
  • Altri oneri detraibili/deducibili sono: 
    • premi per assicurazioni sulla vita (i documenti necessari sono: contratto d'assicurazione e ricevute di pagamento del premio);
    • erogazioni liberali istituti religiosi, movimenti, partiti politici, società di mutuo soccorso, ONLUS ed ONG( bisogna esibire la ricevuta del pagamento);
    • spese veterinarie ( fatture rilasciate dal professionista);
    • spese di frequenza degli asili nido ( fattura o ricevuta della retta);
    • contributi previdenziali (ex. contributi al S.S.N. versati con il premio di assicurazione di R.C. per i veicoli, assicurazione obbligatoria INAIL per la tutela contro gli infortuni domestici, etc.);
    • contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari (vanno presentati i bollettini di versamento intestati all'INPS);
    • spese per l'assistenza personale dei soggetti non autosufficienti (documenti necessari sono certificazione medica dalla quale risulti la non autosufficienza).
    • Spese per attività sportive dei ragazzi (bisogna esibire il bollettino bancario o la ricevuta attestante il pagamento);
    • spese di intermediazione immobiliare acquisto abitazione principale (occorrono fattura emessa dal mediatore e copia del rogito);
    • spese per canoni di locazione per immobili adibiti ad abitazione principale, per i lavoratori dipendenti che trasferiscono la loro residenza e per studenti fuorisede. (documenti necessari sono il contratto di locazione registrato).