L’acquisto di un box o di un posto auto consente la detrazione d’imposta del 36% elevata al 50% sino al 31 dicembre 2016, grazie alla Legge di Stabilità 2016.

Le condizioni necessarie per usufruire del beneficio sono:

1) Il box auto deve essere pertinenza di un edificio abitativo;

2) Deve trattarsi di box costruito da una impresa di costruzione che necertifica il costo. La detrazione infatti spetta non sul prezzo pagato per l’acquisto, ma sul costo di costruzione dichiarato dal costruttore;

3) Il pagamento deve avvenire con bonifico. Se il rogito di acquisto del box auto è stipulato successivamente al versamento di acconti, la detrazione d’imposta compete in relazione ai pagamenti in acconto effettuati con bonifico, fino a concorrenza del costo di costruzione del box, a condizione che vi sia un compromesso di vendita regolarmente registrato dal quale risulti la sussistenza del vincolo pertinenziale tra l’edificio abitativo ed il box.

4) Se i pagamenti sono stati effettuati con bonifico prima del rogito e senza preliminare registrato la detrazione non spetta perché manca l’effettiva sussistenza del vincolo pertinenziale richiesto dalla norma. Tuttavia se il bonifico è effettuato lo stesso giorno in cui si stipula l’atto, anche ad un orario antecedente, il vincolo di pertinenza si considera soddisfatto (risoluzione AE n.7/3 del 13 gennaio 2011).

Nel caso in cui la casa ed il box auto siano stati comprati insieme e risultano da un unico atto notarile, è possibile usufruire dell’agevolazione se:

  • l’atto indica il vincolo di pertinenza del box con la casa;
  • le spese per la realizzazione del box siano specificatamente documentate.

Attenzione: non rientrano nell’agevolazione gli acquisti di box auto da privati o da imprese che non sia quella che lo ha costruito ma è invece possibile beneficiare della detrazione per la costruzione in proprio del box autolimitatamente alle spese di acquisto dei materiali usati a condizione che il vincolo pertinenziale risulti dalla concessione edilizia.

Oltre quindi a farsi rilasciare dal costruttore la certificazione del costo di acquisto bisogna mettere in atto tutti gli adempimenti propri per beneficiare delle detrazioni sulle ristrutturazioni, quali:

-  Pagamento con bonifico bancario indicando che si vuole beneficiare dell’agevolazione prevista dall’art. 16-bis del TUIR;

- Codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento;

- Codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

- Indicazione della dichiarazione dei redditi dei dati identificati dell’immobile

Si ricorda che se più soggetti sostengono la spesa e tutti intendono fruire della detrazione il bonifico deve riportare il numero di codice fiscale di tutte le persone interessate al beneficio.