Lo schema di Decreto legislativo sulla riforma delle sanzioni, approvato dal Consiglio dei Ministri di venerdì scorso, riduce, tra le altre cose, lesanzioni amministrative per chi «rimedierà» ad eventuali omessi o carenti versamenti nei 90 giorni. Lo schema del Dlgs delegato modifica l’articolo 13 del Dlgs n. 471/1997 legato alle ipotesi di omesso o carente versamento nei 90 giorni. La nuova formulazione prevede che, per i ritardi contenuti nei 90 giorni, la sanzione sia dimezzata e si calcoli nella nuova misura del 15% (anziché del 30%) dell’importo non versato o pagato in ritardo.
 

Fonte: Il Sole 24 Ore